Nephila Web Agency

Sito web DjangoVillage

Django Village

Questo progetto è un po' atipico nel panorama dei lavori Nephila: innanzitutto si è trattato di lanciare un evento, e non di un'azienda che ci ha chiesto un qualche tipo di servizio web per promuovere i propri prodotti e servizi; inoltre la nostra area di intervento è stata molto più estesa e complessa rispetto al solito, in quanto non ci siamo limitati alla parte tecnica-grafica del progetto, ma siamo intervenuti su aspetti organizzativi e logistici. E' stata una bella sfida, ma possiamo dire di essere soddisfatti!

 

Che cos'è Django Village

Foto di gruppo a DjangoVillage

Django Village è un'iniziativa rivolta agli utilizzatori della piattaforma open source Django, che mira a coinvolgere sia i principianti, che gli user più esperti di questa tecnologia.

Django Village è una conferenza tecnica, della durata di più giorni, durante la quale vengono approfondite diverse tematiche che interessano la totalità della community tecnologica. Modellato sulla base delle esistenti convention di questo genere, il programma dell'evento è costituito da tre tipi di attività:

i talk, ovvero interventi tenuti da speaker esperti/qualificati su particolari problematiche relative alla piattaforma;  

gli sprint: sono sessioni in cui tutti i partecipanti si immergono in una sessione comune di scrittura di codice e risoluzione di problemi aperti sui progetti open source partecipanti;

le clinic: workshop dedicati all'approfondimento di specifici aspetti dei progetti open source coinvolti, con particolare riferimento alla risoluzione di problemi / interrogativi sollevati dai partecipanti stessi.

La prima edizione di DjangoVillage, ospitata presso il  Palazzo del Capitano del Popolo di Orvieto, si è svolta nelle giornate 13, 14 e 15 giugno 2014.

 

Committenza

La committenza in questo caso era il Comitato Organizzativo di DjangoVillage, di cui Iacopo e Emanuela sono membri, insieme ad altri sostenitori e utilizzatori professionali della piattaforma Django.

E' stato il comitato, di cui noi stessi facciamo parte, ad aver assegnato gli incarichi, a dire il vero in modo piuttosto “informale”: seduti in una bella trattoria di Orvieto ci siamo detti: “tu che puoi fare?” “Lui che puo' fare?”. I contributi sono stati individuali e, per chi come noi, poteva contare su una propria azienda, anche dell'intera propria organizzazione.

Come ci siamo incontrati? Facciamo parte dello stesso ambiente e quindi è accaduto frequentando conferenze sorelle, come EuroPython e in particolare DjangoBeer, un piccolo evento svoltosi a Firenze nel mese di luglio, al margine di EuroPython.

In quell'occasione ci contattarono i ragazzi dell'azienda perugina Evonove, per condividere con noi la loro idea di creare un evento maggiore, specifico per Django. Nel frattempo Patrick Arminio e altri ragazzi coinvolti nell'organizzazione della conferenza Python stavano spingendo per una conferenza nazionale Django.

E così è nata l'idea di creare un punto di incontro per la comunità Django italiana: non una conferenza di stampo accademico, con l'obiettivo di indottrinare i partecipanti, bensì un luogo dove offrire a tutti l'opportunità di scambiare informazioni ed esperienze, professionali e non.

Potremmo dire che, in questo caso, non esiste quindi una committenza “standard”, ovvero il cliente chiede una cosa precisa, che poi viene svolta dal fornitore; ma che invece il format è stato sviluppato insieme.

E' stato creato un Comitato Organizzativo, ospitato dall'associazione Tinker Garage, che ci ha permesso di gestire gli aspetti burocratici dell'evento. La conferenza è un evento di tipo no-profit, creata con lo scopo di promuovere e diffondere l'uso di Django in Italia. I membri del comitato hanno partecipato tutti a titolo volontario e per statuto gli eventuali maggiori incassi devono essere accantonati per realizzare successive conferenze sul tema, o altre iniziative collaterali.

 

Cosa ha realizzato Nephila

A Nephila sono state richieste alcune attività nell'ambito della Comunicazione Visual, più un supporto generale in altri ambiti (dalle sponsorship, alla gestione dei relatori, ecc.).

In particolare ciò che abbiamo sviluppato è stato:

 

Il logo

Logo DjangoVillage

Grande importanza ha rivestito lo studio dell'immagine grafica, realizzata dal nostro web designer, Guido. Lo stile adottato è minimalista e attraverso i toni pastello e i colori pieni, senza sfumature o trasparenze, anche perché rivolta a comunicare la freschezza dell'evento.  Inizialmente non si poteva parlare di marchio, perché il logotipo e l'immagine vera e propria erano stati pensati come un unicum. Le due cose si sono separate solo successivamente, quando abbiamo sviluppato l'argomento accessori.
 

Il sito

Sito web DjangoVillage

Per costruire il sito web della conferenza è stato deciso di adottare la versione 3.0 di django CMS. django CMS è  il  nostro “cavallo di battaglia”, che utilizziamo per realizzare tutti quei progetti in cui la gestione dei contenuti riveste un ruolo di primo piano, in quanto permette di amministrare agilmente moli di informazioni notevoli.

Per il progetto Django Village abbiamo scelto di utilizzare la  versione 3.0 perchè maggiormente intuitiva rispetto alle precedenti. Essa, infatti, consente di amministrare i contenuti direttamente dall'interfaccia dell'editor di front-end, permettendo così allo user di controllare il comportamento dell'applicazione con maggiore facilità. La piattaforma django CMS è stata inoltre integrata con  con alcune applicazioni open source sviluppate dalla comunità Python italianaappositamente per  le conferenze tecniche.

Essendo la conferenza aperta alla partecipazione di djanghisti sia italiani che stranieri,  l'implementazione del multi-lingua è stata immediata.

Abbiamo pensato ad un sito con filtro, che fornisse le informazioni base ai visitatori non registrati e che fosse capace di offrire maggiori funzionalità agli utenti “loggati”. Una volta inseriti username e password, infatti, vi è la possibilità di acquistare on-line i biglietti della conferenza, di votare i talk proposti dai diversi speaker, di consultare le convenzioni con alberghi e ristoranti.

Il sito Django Village ha un funzionamento molto flessibile, adattabile alle esigenze: tanto le sezioni quanto il menù stesso, infatti, possono essere attivate o disattivate a seconda delle necessità.

Amiamo collaborare con altri djanghisti per creare progetti dalle funzionalità avanzate e il sito di questa conferenza è stato pensato in un ottica di questo tipo. Django Village è un progetto collaborativo open source: la struttura del sito è stata realizzata internamente, ma ci siamo avvalsi della collaborazione di altri membri del comitato tecnico, che ci hanno fornito il loro supporto soprattutto nell'integrazione con le applicazioni Python.

 

Il servizio fotografico

Abbiamo scelto di concludere il nostro progetto raccontando le giornate della conferenza attraverso un reportage fotografico dallo stile dinamico e fresco, capace di incarnare lo spirito ludico di Django Village. Qui potete ammirare una selezione della photogallery.

Location della conferenza DjangoVillage

DjangoVillage - alcuni partecipanti

Il talk di Iacopo Spalletti a DjangoVillage

 

Il merchandising

Merchandising  DjangoVillage

Per quanto riguarda il materiale per l'evento, dopo aver deciso cosa fosse necessario produrre -  i badge, le magliette, ed i programmi cartacei - abbiamo selezionato i fornitori e contemporaneamente pensato alla realizzazione pratica (dalla grafica, alla stampa, alla spedizione in Umbria).

L'imprinting è stato dato dall'immagine grafica, che ha dettato lo stile col quale realizzare tutto il coordinato.

Un “must have” per i partecipanti delle conferenze tecniche è il badge, solitamente di notevoli dimensioni. Abbiamo realizzato due versioni diverse, una per i partecipanti ed una per gli ospiti. Mentre la prima versione rispetta l'immagine grafica di partenza, nel secondo caso è stato scelto di creare una versione “notturna” di quell'immagine, con cielo stellato e luna al posto di nuvolette e pony.

Per quanto riguarda il programma, un libretto di 22 pagine con tutte le informazioni utili, l'elenco degli interventi e la lista degli sponsor, ci siamo occupati della grafica, dell'impaginazione e ovviamente della stampa.

Infine, particolarmente delicata, la questione delle magliette, fornite sia ai relatori che ai partecipanti, dal momento che abbiamo dovuto coordinare le esigenze di prezzo con quelle del materiale scelto. Ma alla fine tutti sono rimasti soddisfatti!

T- shirt DjangoVillage

 

Considerazioni finali

Era la nostra prima conferenza di livello nazionale, e la prima conferenza ufficiale Django in Italia  di questa portata. Volevamo fare le cose bene e curare i dettagli. La conferenza ha avuto successo e il nostro contributo è piaciuto molto.

A seguito di ciò, ci è stato chiesto di partecipare all'organizzazione della conferenza nazionale Python 2015, a cui stiamo contribuendo con la realizzazione del sito che uscirà a breve (novembre 2015).